Come cucinare la picanha al forno:cottura migliore e marinatura

Come Scegliere la picanha dal macellaio

Quando si parla di come cucinare la picanha al forno, un passo fondamentale è la scelta del taglio giusto presso il proprio macellaio di fiducia. La picanha, noto anche come punta di sottofesa o codone, è un taglio pregiato che si distingue per la sua ricchezza di sapore e morbidezza.

Per una vera picanha, è essenziale che il pezzo pesi tra i 900 grammi e 1,2 kg e presenti uno strato di grasso di almeno 1 cm di spessore. Questo strato di grasso è cruciale per il processo di cottura, poiché si scioglie lentamente, assorbendosi nella carne e conferendole un sapore e una tenerezza incomparabili.

Caratteristiche della picanha

La picanha si distingue per alcune caratteristiche uniche che la rendono particolarmente apprezzata dagli amanti della carne. Il suo strato di grasso esterno non solo contribuisce alla tenerezza e al sapore durante la cottura ma aiuta anche a mantenere la carne succosa. Quando scegliete la picanha, assicuratevi che il grasso sia uniforme e senza macchie o tagli, indicativo di una buona qualità del taglio.

Come marinare la picanha?

La marinatura della picanha prima della cottura al forno è un passo che molti cuochi raccomandano per esaltare il suo sapore. Tuttavia, è essenziale non compromettere l’integrità dello strato di grasso. Una semplice marinatura può consistere in sale grosso o sale in fiocchi, che aiuta a creare una crosticina deliziosa durante la cottura. È importante marinarla per almeno due ore prima della cottura, per permettere al sale di penetrare bene nella carne.

Come cucinare la picanha al forno?

La cottura al forno della picanha è un metodo semplice ma efficace, che permette di controllare con precisione la temperatura, assicurando un risultato sempre succulento.

come cucinare la picanha al forno

Guida passo passo

Dopo aver accuratamente preparato la vostra picanha seguendo i consigli forniti precedentemente, è giunto il momento di portarla al centro della scena – il vostro forno.

Prendete una teglia adatta e posizionatela al suo interno con il lato grasso rivolto verso l’alto. Questo non è un dettaglio da poco: il grasso durante la cottura si scioglierà lentamente, bagnando la carne con il suo sapore ricco e intenso.

La temperatura giusta è fondamentale: impostate il forno a 180°C. Questa scelta non è casuale. Una temperatura moderata permette una cottura uniforme della carne, senza bruciare lo strato esterno prima che il calore penetri al cuore della picanha.

come cucinare la picanha al forno

Una volta che il forno ha raggiunto la temperatura desiderata infornate la teglia e lasciate che la magia abbia inizio. I prossimi 25 minuti sono fondamentali . Durante questo tempo, il calore inizierà a lavorare sulla carne, cuocendola delicatamente.

Allo scadere dei primi 25 minuti o raggiunti i 38′ gradi, aprite con cura il forno e armatevi di guanti da cucina per la prossima mossa: Estraete la teglia e, girate la picanha, posizionandola questa volta con il grasso rivolto verso il basso. Questo passaggio è essenziale per assicurare che ogni parte della carne riceva l’attenzione che merita.

Ma non finisce qui.

Prima di rimettere la teglia nel forno, coprite la picanha con un foglio di carta stagnola.

Questo accorgimento farà sì che il calore si distribuisca in modo più omogeneo, evitando che la superficie della carne si secchi troppo rapidamente. Infornate nuovamente e attendete altri 25 minuti o la temperatura desiderata ( 52 gradi per una cottura al sangue) : il foglio di alluminio e la cottura lenta sono i vostri alleati per preservare la morbidezza e la succulenza della carne.

Dopo l’attesa, è il momento del verdetto. Ricordate, il riposo è parte integrante del processo.

PRO

  • Controllo preciso della temperatura
  • Ridotto rischio di sovracottura
  • Distribuzione uniforme del calore

CONTRO

  • Mancanza del tipico sapore affumicato del barbecue
  • Necessità di un termometro a sonda per la misurazione precisa della temperatura
come cucinare la picanha al forno

Picanha: Consigli e Soluzioni a Problemi Comuni

Una parte fondamentale nel processo di cottura della picanha è il trattamento del grasso e la preparazione della carne. Ecco alcuni suggerimenti arricchiti da tecniche meno conosciute che aiuteranno a evitare le trappole comuni e a migliorare la qualità del piatto finale.

1.Mantenere l’Umidità


Per preservare l’umidità della carne, un trucco poco conosciuto consiste nell’utilizzare una ciotola di acqua all’interno del forno. Questo aiuta a mantenere l’ambiente umido, prevenendo così che la picanha si secchi durante la cottura. Posizionate semplicemente una ciotola resistente al calore piena d’acqua sul ripiano più basso del forno prima di iniziare la cottura. Questo metodo è particolarmente utile in forni che tendono a seccare troppo gli alimenti.

2.Massimizzare la Crosticina


Per ottenere una crosticina perfetta, assicuratevi che la superficie della picanha sia completamente asciutta prima di metterla nel forno. Dopo la marinatura, tamponate la carne con carta da cucina per rimuovere l’umidità in eccesso. Un altro consiglio è quello di pre-riscaldare il vassoio o la teglia che utilizzerete per la cottura. Questo aiuta a iniziare immediatamente il processo di crostificazione non appena la carne tocca la superficie calda, sigillando i succhi all’interno.

3.Temperatura Interna per la Perfezione


L’utilizzo di un termometro a sonda non è solo una raccomandazione; è una necessità per chi cerca la perfezione. Inserendo il termometro al centro della picanha, potrete monitorare esattamente quando la carne raggiunge la temperatura interna desiderata. Ricordate che la carne continuerà a cuocere anche dopo essere stata tolta dal forno, un fenomeno noto come “carry-over cooking”. Per questo motivo, è consigliabile togliere la picanha dal forno qualche grado prima della temperatura target.

4.Riposo: Il Segreto Finale


Un passaggio spesso sottovalutato è il riposo della carne dopo la cottura. Questo momento permette ai succhi di redistribuirsi uniformemente all’interno della picanha, garantendo che ogni boccone sia succulento. Coprite leggermente la carne con un foglio di alluminio e lasciatela riposare per almeno 10 minuti prima di tagliarla. Questo semplice passo può fare miracoli per la tenerezza e il sapore del vostro piatto.

Conclusione

Saper come cucinare la carne di picanha al forno può trasformare un’occasione speciale in un evento indimenticabile. Seguendo i consigli e i metodi descritti in questo articolo, potrete godervi uno dei tagli di carne più pregiati al mondo nel comfort della vostra casa, stupendo i vostri ospiti con una pietanza di alta qualità che racchiude tutta la tradizione e il sapore dell’autentica cucina sudamericana.

Leggi di più

https://giardinodavivere.it/condizionatore-portatile-12000-btu-due/
https://giardinodavivere.it/robottino-tagliaerba-prato-perfetto-con-taglio-preciso-ed-efficiente/